Anacapri: il primo open day negli oliveti dell’Oro di Capri

Sull’isola azzurra è iniziata la campagna di raccolta delle olive più mature

Quest’anno, per la prima volta dopo anni, è stata effettuata la molitura delle olive ad Anacapri. Non solo: i soci dell’Oro di Capri hanno iniziato nei giorni scorsi la raccolta delle olive nell’area più a Ovest dell’isola, negli oliveti di Pino e del Faro, dove i frutti hanno raggiunto il giusto grado di maturazione. Ed ecco la buona notizia: per il 2022 si stima che la produzione sarà del 10% superiore allo scorso anno, con buone aspettative dal punto di vista della qualità. La raccolta dei preziosi frutti oleosi andrà avanti per almeno tre settimane coinvolgendo tutti gli associati nelle zone di Guardia Veterino, Orrico Damecuta, Artimo, Migliera, Follicara.

La molitura ad Anacapri

Come anticipato, in questo 2022 per la prima volta dopo anni è stata effettuata la molitura delle olive ad Anacapri. Dopo la chiusura di tutti i frantoi capresi, in via sperimentale L’Oro di Capriha ha avviato una serie di moliture selettive per definire le caratteristiche organolettiche di alcuni esemplari secolari di olivo che vivono negli oliveti degli associati. Il primo olio ottenuto da questa molitura si è rivelato di ottima qualità con un profilo sensoriale molto particolare: fruttato di oliva verde, fresco, intenso, erbaceo. Al palato piacevole amaro di foglia, in armonia con il piccante che richiama la rucola. Ottimo l’equilibrio complessivo.

Antiche e moderne tradizioni

Per questo tipo di lavoro è stato utilizzato un mini-frantoio che ha permesso di lavorare le olive direttamente nei campi. La valutazione organolettica dell’olio di queste varietà, effettuata dalla Facoltà di Agraria di Portici, va di pari passo con il lavoro di caratterizzazione genetica e datazione avviato nel passato inverno con il CNR di Perugia. Questo stesso frantoio è stato impiegato per la molitura delle olive in piazza durante la Settembrata anacaprese, allo scopo di far rivivere la magia mai sopita della produzione dell’olio, durante la tradizionale sagra che mantiene vive e fa conoscere le antiche tradizioni contadine.

Open Day e camminata tra gli olivi

Tra le tante attività organizzate da L’Oro di Capri, lo scorso 21 settembre si è svolto un open day nell’oliveto Presidio Slow Food di Pino dei Monaci, per illustrare come avviene la fase della raccolta delle olive. Nella stessa giornata si è svolta anche una prova in campo, con attrezzature alimentate a batteria, in modo da indirizzare le fasi della raccolta verso un utilizzo di macchinari più sostenibili, eliminando così l’impiego dei motori alimentati da combustibili fossili. Il prossimo appuntamento con gli oliveti de “L’Oro di Capri” sarà il 30 ottobre per la Camminata tra gli olivi, in collaborazione con il Comune di Anacapri e l’Associazione Città dell’olio.

Sibilla Panfili