cuccurullo

Cuccurullo, i sandali capresi per eccellenza

La boutique dal 1950 offre un incredibile ventaglio di scelte. Chi ama i sandali Made in Capri avrà solo l’imbarazzo della scelta

Uno degli oggetti iconici della produzione isolana sono senza dubbio i sandali capresi. Il loro tratto artigianale è ciò che li rende unici e, oltre alle sue proprietà identitarie legate alla storia e allo sviluppo di Capri nel mondo, è un prodotto che rispecchia il suo tempo. Ovvio i classici non passano mai di moda, ma pensando a Cuccurullo non c’è solo la tradizione a tenere banco nella sua preziosa boutique. Ognuno è in cerca un oggetto che rifletta i suoi gusti e riveli la sua persona nel momento in cui li indossa, con il negozio che è pronto a trasferire il suo pensiero in un accessorio simile a un’opera d’arte. Il tutto realizzato nei minimi dettagli, partendo dalla suola e arrivando al più piccolo particolare. Lo scopo di Cuccurullo Sandali Capresi è di sorprendere il cliente usando creatività e passione. Due valori che sono il perno di un’azienda che produce sogni che tutti possono avere addosso. Soprattutto se si sceglie di incamminarsi verso le zone più esclusive dell’isola azzurra.

Cuccurullo, il sandalo perfetto… esiste! 

Dal 1950 la storia di Giuseppe Cuccurullo andò a congiungersi con quella dell’alta artigianalità isolana. Da dei semplici e comodi sandali in cuoio per i pescatori di Marina Grande si cominciò subito a pensare in grande realizzando dei prodotti di alta classe per i turisti stagionali. Ben preso il suo stile cominciò a distinguersi ottenendo un ottimo riscontro di pubblico, e il suo successo continuò a rafforzarsi fino a diventare un’icona. La Dolce Vita cominciava a spopolare per le strade caprese, e tutti, dai grandi volti dello spettacolo a politici e imprenditori furono letteralmente colpita da come un prodotto così comune nascondesse in realtà qualcosa di speciale, come se riuscisse a stare ai passi con quel periodo. E quel segreto viene mantenuto ben stretto da sessant’anni, dopo che la boutique passò di mano ai nipoti Imma e Giuseppe, che, con lo stesso amore e la stessa tecnica del nonno, non solo conservano l’eredità familiare i tutto il suo stile, ma cercano anche di intercettare le tendenze della moda di oggi, con la stessa originalità del primo sandalo. 

Riccardo Lo Re

I nostri social