Pianeta Terra, la mostra di Carla Chiusano al Liquid Art System

Grande successo per l’inaugurazione della nuova esposizione curata da Ermanno Tedeschi con il supporto di Banca Generali Private

L’arte continua a essere al centro del programma estivo dell’isola di Capri. Aperture esclusive, grandi ritorni, ma c’è una solo conferma in questi ultimi anni, ed è Liquid Art System. Chi ha avuto modo di passeggiare nel centro storico caprese avrà notato alcune installazioni che sono a completa disposizione del turista. Una filosofia che Franco Senesi ha sempre abbracciato tenendo sempre al centro delle sue iniziative il concetto di condivisione. Dell’arte, certo, ma anche dei messaggi che l’autore rivolge al suo fruitore. Come nel caso di Carla Chiusano e il suo Pianeta Terra, mostra realizzata grazie al curatore Ermanno Tedeschi e sostenuta da Banca Generali Private. Il viaggio comincia con una decina di opere che rispecchiano il percorso emotivo ed artistico che lega il genere umano alla terra. Un richiamo alle famose mappe di Boetti o i toni scuri e materici della Capri di Diefenbach e la galassia immaginata nel 3600 a.C. nell’era del bronzo con il Disco di Nebra. 

«Il pianeta terra» – dichiara Carla Chiusano – «secondo le attuali conoscenze scientifiche, è l’unico pianeta multicolour e noi ne siamo figli e padroni. Con questo progetto cerco di ripercorrere il modo in cui l’uomo lo ha visto, rappresentato e immaginato. Dalle prime mappe, frutto di studi basati su calcoli primordiali e arricchite con segni e disegni per renderle più comprensibili ed esteticamente piacevoli si è giunti, oggi, alle mappe estremamente precise, tracciate dai satelliti. Noi esseri umani ne abbiamo modificato i confini e, purtroppo, anche i colori: il giallo della desertificazione che avanza, il bianco dei ghiacciai che piano piano lascia spazio al blu delle acque, il verde che si colora di ocra. Un pensiero mi assale, scaturito anche dagli avvenimenti odierni: dovremmo essere più “Leoni” e rispettare il nostro pianeta per continuare a ricevere i suoi frutti».

La mostra

Il progetto, presentato per la prima volta sull’isola di Capri, lega insieme i tratti distintivi delle opere dell’artista con il mondo esterno coinvolgendo anche l’iconica Piazzetta, in uno straordinario intervento artistico site-specific, proiettato in galleria. Le produzioni, invece, racchiudono l’essenza della visione di Carla Chiusano, a cominciare dalla figura del Leone, simbolo dell’anima umana.

«Quando per la prima volta, ho visto le opere di Carla Chiusano, –  afferma Franco Senesi, CEO e Founder di Liquid Art System – ho pensato subito che avessero una forza e una potenza tali da poter facilmente e perfettamente dialogare con il mio approccio all’arte e con quella che è la mia idea di galleria. Ho scelto infatti di definire il mio metodo con il termine glocal: un approccio internazionale ma attento al dettaglio, una cura ai contesti di tutto il mondo, come arricchimento culturale e momento di confronto per le nostre tradizioni artistiche. Carla Chiusano rappresenta, in tal senso, un’avventura visiva fatta di anime e popoli, lontani e vicini, accomunati dall’amore e dal dolore, in un viaggio che arriva a Capri, dopo aver attraversato tutto il Pianeta Terra».

Riccardo Lo Re

Liquid Art System
Liquid Art System
Liquid Art System