Ristorante Villa Margherita

Villa Margherita, l’alta classe della ristorazione

Il locale ha riaperto le porte lo scorso 14 aprile, ed è pronto ad affrontare questa nuova stagione con la classe che lo contraddistingue 

Da quando con i primi di aprile ha riaperto la cucina, Villa Margherita ha ricominciato a far sognare. E se i sogni sono effettivamente dei desideri, sull’isola di Capri vengono serviti in piatti di alta classe. Il ristorante è da sempre considerato un locale di eccellenza, e lo ha più volte dimostrato grazie a un approccio capace di tenere insieme le due anime di questa terra: tradizione e avanguardia. Questa terra è cresciuta cercando di instaurare un rapporto con il mondo esterno, accogliendo il bello di ogni cultura e restituendolo in una chiave moderna e accattivante. Lo spirito di Capri si può trovare ovunque: nella roccia, in una villa storica, oppure in un menu armonioso e raffinato. 

Il ristorante Villa Margherita è senza dubbio uno dei luoghi di prestigio che ogni anno trova sempre un modo per rinnovarsi mantenendo sempre un legame con le radici del territorio. Lo chef Marco Russo lo scorso inverno aveva infatti consigliato tre ricette della tradizione caprese riportandolo indietro ai ricordi di quando era bambino. 

La gastronomia e lo stile

La ragione del successo di Villa Margherita sta proprio nel tenere viva questa relazione con la classica gastronomia mediterranea che ha saputo distinguersi con i suo dettagli che cambiano a seconda della regione. Un piatto particolare sa sempre creare la giusta differenza con tutto ciò che gli sta intorno. Motivo per cui non bisogna mai fermarsi alle apparenze e ai traguardi raggiunti sin qui. L’esperienza da questo punto di vista è un valore che il ristorante ha sempre messo al primo posto, unendo la gentilezza e cordialità del personale con un ricettario che ha saputo intercettare le tendenze e i gusti del cliente. La natura, gli olivi, i colori, una vista mozzafiato verso una delle zone più suggestive dell’isola restituiscono quel tocco finale allo stile di Villa Margherita. L’eleganza, del resto, non è acqua.  

Riccardo Lo Re