Il Presidente della Conservancy incontra il ministro Garavaglia

L’avvocato Gennaro Famiglietti ha accolto a Palazzo Arlotta l’onorevole Massimo Garavaglia per un confronto sul turismo in Campania

Il Ministro del Turismo, accompagnato dall’Europarlamentare Valentino Grant, è stato ospite ieri mattina dell’avvocato Gennaro Famiglietti, Presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale e di Isola di Capri Conservancy, l’organizzazione no profit che riunisce in una sola realtà, operatori economici, imprese e professionisti dell’isola delle sirene. Nei saloni di Palazzo Arlotta, Massimo Garavaglia ha incontrato una delegazione di oltre trenta consoli onorari e di carriera della Fenco con i quali ha discusso di alcune tematiche riguardanti il turismo in Campania, a cominciare dal Green Pass da estendere al più presto a Stati Uniti e Gran Bretagna. 

L’appuntamento a Napoli 

Console Generale Onorario della Repubblica di Bulgaria e Coordinatore Nazionale della Federazione Nazionale dei Diplomatici e Consoli Esteri in Italia, il presidente Famiglietti ha dato il benvenuto al Ministro del Turismo Garavaglia, arrivato a Napoli per inaugurare la 24ma edizione della Borsa Mediterranea del Turismo alla Mostra D’Oltremare. «L’incontro con i rappresentanti della diplomazia dei consoli napoletani e non solo nasce per cercare di gettare le basi per una cooperazione futura e per fare il punto sullo stato dell’arte del turismo in Campania e nel nostro Paese. La maggior parte di noi è napoletana e siamo qui nelle sale che ospitano anche la sede dell’Istituto di Cultura Meridionale che ho l’onore di presiedere da 25 anni» – ha dichiarato l’avvocato Famiglietti in apertura, ringraziando il Ministro Garavaglia e i presenti per l’ampia partecipazione – «teniamo molto all’economia del nostro territorio. Siamo, dunque, a disposizione per aiutare l’Italia, il Mezzogiorno e Napoli e invitiamo i cittadini delle nazioni che rappresentiamo a tornare in Italia, un paese che offre grandi opportunità, non solo culturali, ma anche bellezze uniche e straordinarie, in particolare in Campania che ha una grandissima concentrazione di siti Unesco. Siamo qui pronti» – ha concluso – «a sostenere la ripartenza del sistema Italia. In tal senso propongo al Sig. Ministro di valutare l’istituzione a Napoli di una sede di rappresentanza del Ministero del Turismo che possa in modo più incisivo e determinato agire sul territorio per rafforzare lo sviluppo del Turismo a Napoli e nel Meridione.»

I rapporti con l’estero e il Green Pass

Nel suo intervento il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha parlato della necessità di ottimizzare la rete dei contatti con gli altri paesi, prima di fare un passaggio sul Green Pass. «L’importanza dei rapporti con l’estero che il Ministero del Turismo ha e avrà è fondamentale» – ha detto Garavaglia – «conto sul vostro aiuto e sulle vostre idee per aumentare i flussi turistici». E sui contagi, ha chiarito che «il rischio zero non esiste e la logica dice di ridurlo al minimo ma che non lo si può azzerare». «Il Green Pass vale per i paesi europei ma sarà presto esteso alla Gran Bretagna, dove c’è stata una ulteriore frenata che stiamo monitorando, e agli Stati Uniti» – ha aggiunto – «Estendere le regole anche a questi paesi dovrebbe far ripartire, da settembre, in poi i flussi turistici soprattutto in costiera e questo è molto importante, così come lo sarà allungare la stagione. Giugno è ormai andato, recuperiamo con ottobre e novembre e con gli americani questo sembra fattibile. I dati danno prenotazioni in aumento proprio per la seconda parte dell’estate e dell’autunno. Per quanto riguarda, invece, i singoli paesi che ancora sono fuori, ad esempio la Tunisia e il Brasile» – ha concluso il Ministro del Turismo – «mi farò portavoce delle vostre istanze e sono a disposizione a valutare ogni buona idea che ci consenta di aumentare i numeri degli arrivi. Resto al vostro fianco». 

L’appendice caprese

Al termine dell’incontro tra il Ministro del Turismo e il presidente di Isola di Capri Conservancy, c’è stato il tempo di discutere di una eventuale tappa caprese da inserire nel calendario ufficiale del G20 che si terrà nelle prossime settimane tra Napoli e Sorrento. Al centro del summit internazionale in Campania tematiche care anche al consorzio isolano: l’ambiente, l’energia e il commercio. 

Claudia Catuogno

I nostri social