Sull’isola di Capri è impossibile sbagliare quando si sceglie dove cenare

Sotto ai limoni o nei giardini con vista mare? Le eccellenze della gastronomia caprese proposte secondo la tradizione o rivisitate nei ristoranti più rinomati 

Che cosa si preferisce? Una terrazza affacciata sul mare con vista mozzafiato, un tavolo in un giardino profumato o cenare sotto ai limoni per un tuffo nella tradizione? Nel cuore di Capri, dove il tempo si ferma, Villa Verde è un tempio della buona cucina dove tra glamour e mondanità ogni sera va in scena la cena perfetta. Con Franco e Gianni Lembo si cena in un giardino meraviglioso con le foto di centinaia di star di Hollywood, vip e sportivi che scelgono questa location unica. Il menu raffinato porta in tavola i piatti tipici del panorama culinario caprese reinventati dallo chef Francesco Ambrosano.

Lino De Martino accoglie gli ospiti Da Paolino a Palazzo a Mare sotto ai suoi amati limoni, servendo pietanze prelibate. Impossibile elencare tutti i personaggi famosi che hanno cenato sotto quella limonaia e gustato i ravioli capresi. Ma di tutti Lino conserva una dedica sull’albo d’oro che, dal 1978, custodisce i ricordi dei suoi ospiti.

Per una serata romantica a lume di candela, il consiglio è Il Geranio, dove si cena con la vista sui Faraglioni in una cornice di rara bellezza. È uno dei locali più suggestivi dell’isola, luogo di promesse di matrimonio e dichiarazioni di amore eterno, dove si cena con vista sotto la luna caprese. A pochi metri dai Giardini di Augusto e da via Krupp, il ristorante di Lucio Gaeta vanta panorama e servizi d’eccellenza.

Oppure Villa Margherita, nel quale lo chef Marco Russo incanta gli avventori con i suoi piatti dai sapori genuini preparati a regola d’arte. Il ristorante sa come coinvolgere tutti i sensi: quando si entra nel locale si viene investiti da una esplosione di colori e profumi. Il calore familiare di Pietro e della moglie Paola, sono il giusto corollario di un’esperienza culinaria unica. Kukai Iki Capri è il regno del sushi e di opere d’arte di rara bellezza. È l’arte, infatti, a fare da collante ed esaltare il gusto per il bello e per il buon cibo. Perché il ristorante Kukai Iki Capri è questo: un insieme di emozioni che trova spazio nel cuore del centro storico, in un luogo che non smette mai di sedurre chiunque sbarchi qui sull’isola. Il tutto nato dall’estro di Massimiliano Neri.

Il proprietario del D’Amore di via Fuorlovando, Marco D’Amore, ha voluto un ristorante tra avanguardia e tradizione, in cui la fantasia dello chef Pasquale Rinaldo ha trasformato i piatti in un tripudio di sapori: un piccolo tempio della cucina a pochi passi dalla Piazzetta. Da non perdere la caprese sbagliata e il panettone, anche d’estate. Se cercate, invece, un posto dove concedervi un brunch veloce, fate un salto da Hangout Pub & Cocktail Bar, dove il menu stuzzica il palato con i panini originali chiamati con il nome di alcuni luoghi celebri dell’isola. Se scegliete il comune di sopra, Anacapri, il luogo giusto è La Zagara, l’esclusivo ristorante di Casa Mariantonia dei fratelli Pollio: un eccezionale trionfo del gusto portato in tavola con i piatti firmati dallo chef Davide Ciavattella. Da non perdere il risotto caprese, vi stupirà.

Arianna Pinton

I nostri social